Aggiornamento SimplyFatt 2.9.237

  • [NEW] (Fattura Elettronica) aggiunta la possibilità di inserire anche nei DDT i riferimenti ai documenti per le fatture elettroniche come CIG e CUP ad esempio che andranno poi a finire nella fattura elettronica che includerà quel DDT
  • [NEW] Nelle statistiche è stato aggiunto un filtro per la data di stato della fattura elettronica: Data Stato F.E.
  • [NEW] Aggiunto il comando nel menù Documenti per mostrare o nascondere l'elenco degli articoli che compare a destra delle righe del documento
  • [FIX] nella ricerca per righe nel registro acquisti sono state aggiunte le colonne per visualizzare il numero e data del documento collegato al movimento di registrazione
  • [FIX] Risolti problemi minori

Aggiornamento SimplyFatt 2.9.234

  • [NEW] aggiunte le colonne Banca Appoggio e Coordinate nella finestra per l'emissione delle Ri.Ba. e dei Bonifici Bancarie per meglio individuare eventuali errori o dati bancari mancanti prima di emettere la distinta o il file per la banca
  • [NEW] aggiunta nella scheda contabile clienti e fornitori la possibilità di nascondere il saldo iniziale, inoltre quando si apre la scheda contabile di default l'elenco viene filtrato per l'anno più recente
  • [FIX] (Fattura Elettronica) migliorata la gestione dei messaggi nella barra di stato inferiore quando viene effettuato il controllo automatico dello stato del servizio integrato della fattura elettronica oppure quando viene effettuato un controllo della presenza di nuove notifiche o fattura passive
  • [FIX] Risolti problemi minori

Aggiornamento SimplyFatt 2.9.233

  • [NEW] (Fattura Elettronica) Aggiunto nell'anagrafica Clienti -> Commerciale dei campi per facilitare la creazione delle fatture di integrazione per acquisti esteri. Ora si possono specificare il Tipo di Documento di integrazione da scegliere tra: TD17, TD18, TD19 e TD28 ed il Codice IVA preferenziale che verrà usato per compilare l'autofattura e che può essere diverso dal codice iva predefinito usato invece per registrare le fatture di acquisto estere nel programma quando si ricevono dal fornitore. Dopo aver compilato questi nuovi campi e si crea una nuova autofattura di integrazione, il programma proporrà la tipologia di documento preferita ed userà il codice iva preferito collegata a quel fornitore per calcolare l'imposta da integrare
  • [FIX] Risolti problemi minori

Aggiornamento SimplyFatt 2.9.232

  • [FIX] (Mac) risolto un problema di visualizzazione del cursore di attesa
  • [FIX] Risolti problemi minori

Aggiornamento SimplyFatt 2.9.231

  • [NEW] (Fattura Elettronica) Aggiunto nell'anagrafica Fornitori -> Commerciale dei campi per facilitare la creazione delle fatture di integrazione per acquisti esteri. Ora si possono specificare il Tipo di Documento di integrazione da scegliere tra: TD17, TD18, TD19 e TD28 ed il Codice IVA preferenziale che verrà usato per compilare l'autofattura e che può essere diverso dal codice iva predefinito usato invece per registrare le fatture di acquisto estere nel programma quando si ricevono dal fornitore. Dopo aver compilato questi nuovi campi e si crea una nuova autofattura di integrazione, il programma proporrà la tipologia di documento preferita ed userà il codice iva preferito collegata a quel fornitore per calcolare l'imposta da integrare
  • [NEW] (Fattura Elettronica) Aggiunta nelle Preferenze-Altro il campo per specificare un codice iva per il rimborso dell'imposta di bollo anticipata per il cliente nel caso di emissione di fattura con obbligo di applicazione dell'imposta di bollo. Nelle versioni precedenti veniva applicato il codice N1 senza possibilità di modifica ma con i recenti chiarimenti da parte dell'AdE (vedi Risposta n.428/2022) chi si trova nel regime forfettario deve usare lo stesso codice iva con cui fattura prodotti/prestazioni, quindi nel caso specifico il codice da usare è N2.2 e va specificato nel nuovo campo altrimenti il programma considera sempre quello di default N1
  • [FIX] risolto un problema che impediva di inserire il nome/cognome nel campo della denominazione per poter valorizzare correttamente i campi Nome (1.4.1.3.2) e Cognome (1.4.1.3.3) nel file XML della fatture elettronica
  • [FIX] risolto un problema di importazione di file XML relativo a note di credito di fatture di integrazione/autofatture per acquisti esteri, ora viene importato il file XML con il totale documento con segno negativo
  • [FIX] risolto un problema di caricamento dei tassi di cambio aggiornati che causavano un crash del programma
  • [FIX] risolto un problema che impediva la duplicazione dei movimenti di uscita nelle risorse finanziarie
  • [FIX] Risolti problemi minori

Aggiornamento SimplyFatt 2.9.230

  • [NEW] (Fattura Elettronica) Aggiunta la possibilità di creare le autofattura con tipologia TD28 (introdotta ed obbligatoria dall'1-10-2022) per comunicare le operazioni di acquisto di beni o servizi da San Marino per le quali sono state ricevute fatture cartacee con indicazione dell’IVA. Quindi in presenza di una fattura cartacea emessa da un fornitore di San Marino con addebito dell’imposta va utilizzato il documento TD28 e non il TD17 o TD19 che, invece, deve essere adoperato per l’assolvimento dell’imposta nel caso in cui la fattura ricevuta dall’operatore sammarinese (elettronica o cartacea) sia senza addebito dell’imposta
  • [NEW] (Fattura Elettronica) Quando viene generata una fattura di Integrazione/autofattura da una fattura di acquisto estera ora il programma propone nella fattura di integrazione il codice iva predefinito indicato nella scheda anagrafica del fornitore, se invece si vuole far applicare il codice iva che si usa abitualmente per le fatture emesse allora basta lasciare vuoto il campo del codice iva predefinito nell'anagrafica del fornitore. In alcuni casi può tornare utile indicare nella scheda anagrafica di un fornitore un codice iva predefinito se la natura dei beni o servizi acquistati è per la normativa italiana esente da iva e quindi vanno integrate con un codice iva di esenzione, un classico esempio sono le fatture estere ricevute per servizi finanziari come quelle emesse da SumUp o Stripe, in questi casi va emessa un'autofattura TD17 con un codice IVA N4 e riferimento normativo: Esente art. 10, comma 1, D.P.R. 633/72
  • [FIX] (Network) Risolto un problema che impediva di vedere subito le variazioni apportate alle tabelle (Codici IVA, Condizioni di Pagamento, Categorie Articoli, Banche, ecc.) per cui si rendeva necessario chiudere e riaprire il software per vedere tali modifiche
  • [FIX] Risolti problemi minori

Questo sito utilizza i cookie per funzionare e fornire all'utente una migliore esperienza di navigazione. Continuando la navigazione accetti le modalità d'uso indicate in questa pagina. Clicca sul pulsante continua per consentire l'installazione dei cookie e nascondere questo messaggio.